Mutui Banca dell’Adriatico (Bpda): caratteristiche generali e possibili agevolazioni

Con una forte prevalenza sul versante del Mar Adriatico e numerose filiali in estese zone abruzzesi anche dell’entroterra (come L’Aquila e Avezzano), la Banca dell’Adriatico è una realtà che media la presenza tipicamente locale, con il processo di internazionalizzazione reso possibile dall’appartenenza ad una delle più grandi realtà bancarie, come quella del Gruppo SanPaolo Intesa. Per alcuni aspetti questo può costituire un vantaggio, mentre per altri uno svantaggio, ma date le caratteristiche della sezione mutui, e la riconferma di anno dopo anno della linea Domus, quando si tratta di finanziamenti specializzati nell’acquisto della prima casa (specialmente se ad avanzare la richiesta sono i giovani), gli aspetti positivi superano quelli negativi.

Quali mutui sono accessibili?

La struttura della gamma Mutuo Domus è molto semplice ed in particolare per l’acquisto, costruzione, ristrutturazione di un immobile, oppure surroga o rifinanziamento, prevede una principale organizzazione su due tipi di tasso: fisso o variabile (indicizzato al tasso della Bce oppure all’euribor ad un mese).

All’interno di questi ‘macrogruppi’ sono poi presenti le alternative, come la presenza del cap (solo per il variabile), il mutuo ‘multi opzione’ oppure i vari mix o combinazioni dei tassi per quello misto. La durata è fino a 30 anni, con la deroga della versione Superflash, che vede come unico target i giovani under 35 anni, che può arrivare a 35 anni (per il tasso variabile) oppure a 40 anni (per il tasso fisso).

Questa ultima tipologia coinvolge come potenziali richiedenti anche coloro che sono titolari di contratti di lavoro a tempo determinato o atipici. La Bpda, in quanto banca del gruppo Intesa Sanpaolo, beneficia anche dell’accordo noto come Plafond casa e della moratoria. Per le caratteristiche generali comunque non ci si discosta dall’offerta proposta da tutte le banche appartenenti allo stesso gruppo, né a livello di spread che di costi fissi o accessori.

Conclusioni

La Banca dell’Adriatico, come molti altri istituti di credito, ha dovuto accantonare una mission di tipo territoriale, per sposarne una di tipo nazionale, dettata dalla dirigenza del gruppo stesso. Se ciò sia stato un vantaggio o uno svantaggio, molto dipende dal livello di aspettative e dal tipo di rapporto che si riesce concretamente ad avere, e quindi dai benefici che si riesce ad ottenere, fermo restando che, come detto all’inizio, nel suo complesso l’offerta legata alla gamma mutuo Domus rimane una delle più interessanti in Italia.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca