Domanda

Salve, il mio fidanzato, con il quale convivo da diverso tempo, vorrebbe acquistare una casa. Premetto che non abbiamo la stessa residenza e l’unica cosa che abbiamo in comune è un conto corrente cointestato. Io ho avuto una segnalazione alla Crif a causa dell’uso della carta di credito. La segnalazione c’è tutt’ora, ma in ogni caso il mutuo verrebbe intestato solo dal mio ragazzo. Volevo sapere se ci potevano essere dei problemi e come comportarmi.

Grazie

Risposta

Per dare una risposta precisa mancano un po di dati importanti. Per prima cosa solo il mutuo o anche la casa verrebbe intestata solo dal fidanzato? Nel caso in cui le due intestazioni (immobile e mutuo) interesseranno solo lui, allora la pratica è molto più semplice, ragion per cui è utile che non ci sia la stessa residenza altrimenti entrambi risultereste sullo stesso stato di famiglia.

Tuttavia il conto corrente cointestato, specialmente se c’è l’accredito dello stipendio, porterà con molta probabilità a un controllo della Crif di tutti gli intestatari. Di per sé questo aspetto, se c’è una situazione reddituale solida e le garanzie presentate alla banca sono sufficienti, non costituirebbero un problema, ma in situazioni un po più al limite potrebbero spostare la pratica di mutuo verso una situazione più problematica.

In questo caso, si potrebbe rassicurare la banca erogante impegnandosi all’apertura di un conto corrente, non cointestato, dove fare l’accredito dello stipendio e l’addebito della rid del pagamento (che anche se non obbligatoria è sempre molto ben vista). Nulla impedisce, dopo qualche mese, un nuovo cambio di conto se lo richiedono le esigenze specifiche.

In ogni caso, riguardo alla segnalazione della Crif, il Garante per la privacy è intervenuto più volte ricordando che i tempi perché la segnalazione rimanga in Crif variano da 12 a 24 mesi (a seconda dell’omissione) e che dopo deve avvenire la cancellazione automatica (spesso bisogna comunque attivarsi per richiedere la cancellazione a causa del lassismo del sistema stesso). Per cui bisognerebbe vedere se i termini necessari per ottenere la cancellazione sono effettivamente trascorsi così da poter affrontare qualsiasi altro impegno con maggiore tranquillità.

Lascia un commento