Planimetria catastale: tipologie, caratteristiche e modalità di richiesta

La planimetria catastale consiste in un disegno effettuato da un tecnico, che delinea e definisce la struttura di un immobile, indicando le varie pertinenze, la destinazione d’uso dei vari ambienti, ecc. Il suo uso (che ne giustifica anche l’introduzione da parte di una banca nei documenti per la richiesta di mutuo) serve per l’identificazione di un immobile e per controllare che non esistano degli abusi edilizi. La richiesta può essere fatta dai proprietari dei diritti reali e gratis dai tecnici abilitati, e può avvenire online nelle città in cui l’archivio telematico è ben fornito (il che accade soprattutto nelle città più grandi, come Roma, Torino, Milano, ecc). Se ci si avvale del servizio di agenzie preposte ovviamente bisognerà sostenere un costo, che varia in modo molto sensibile (vedi anche Rivalutazione rendita catastale ).

Quanti tipi? Da quella rasterizzata a quella di impianto

Quella che viene definita come planimetria di impianto, non è altro la tipologia depositata per l’accatastamento, ed è quella che normalmente può essere richiesta ed ottenuta anche online. Invece che cos’è quella detta rasterizzata? Questa planimetria si ha quando deve essere preso il documento cartaceo, per poi scannerizzarlo, al fine di introdurlo all’interno dell’archivio telematico, dove non è ancora presente (riguarda soprattutto documenti molto vecchi, che non sono stati ancora digitalizzati). Può succedere che non esista nemmeno il documento in formato cartaceo, in questo caso l’iter passa tramite DOCFA .

A chi rivolgersi?

La via più semplice è quella di riferirsi ad un tecnico, a meno che non si viva in comuni di piccole dimensioni, che non impongono lunghe file per ottenere una copia della planimetria catastale. Ovviamente bisogna sempre prima chiedere un preventivo, e scegliere di conseguenza. Ci sono delle agenzie specializzate che fanno da tramite anche on line, ma si tratta di un servizio non sempre accessibile, soprattutto a causa dei limiti dell’archivio telematico. Se si ha invece bisogno del formato in pdf, che impone prima la procedura di rasterizzazione, allora le alternative si riducono. Infatti o ci si rivolge ad un tecnico di fiducia, oppure ci si può riferire direttamente al catastoinrete (anche via mail a [email protected] oppure chiamando un tecnico al numero dedicato 057526125). Vedi anche Come richiedere la visura catastale.


Inserito nella categoria: Documenti mutuo