Prestito cambializzato online anche per cattivi pagatori senza busta paga?

Le cambiali rientrano tra i metodi di pagamento meno attuali dal punto di vista normativo, ma ancora tra i più utilizzati in un periodo di crisi a causa del quale il numero di soggetti segnalati come “cattivi pagatori” (se non addirittura protestati) è in forte crescita.

I prestiti cambializzati per la loro struttura e funzionamento rientrano nei prestiti veloci o velocissimi: ad esempio rivolgendosi ad un conoscente si può ottenere immediatamente il denaro necessario, con conseguente compilazione delle cambiali che funzionano sia come garanzia di restituzione del prestito che come regolarizzazione dei tempi, modalità ed organizzazione del rimborso stesso.

Il prestito cambializzato può essere concesso anche da una banca, praticamente con le stesse modalità rispetto al prestito tra privati con cambiali: compilazione e rilascio delle cambiali insieme alla somma richiesta, e cancellazione della relativa cambiale al pagamento di ogni rata.

Requisiti delle cambiali

Perché siano valide le cambiali da un punto di vista normativo e legislativo devono possedere alcuni requisiti quali:

  • dicitura di pagherò o tratta;
  • importo della rata;
  • firma dell’emittente;
  • importo e ordine o richiesta di pagamento a vista, ecc.

Può mancare il bollo che tuttavia è ciò che costituisce la garanzia maggiore (per entrambe le parti) dato che rende la cambiale un titolo immediatamente esecutivo. Tutte queste caratteristiche fanno sì che un prestito cambializzato online puro e semplice non si possa ottenere.

Prestiti cambializzati sicuri e veloci?

Essendo un documento valido a tutti gli effetti di fronte alla legge, bisogna solo accettarsi che rispecchi i requisiti minimi richiesti, con un tasso di interesse che non può superare quello di usura fissato dalla Banca di Italia (basta controllare gli importi presenti nelle tabelle stilate trimestralmente). Per quanto riguarda la via ‘virtuale’, sulla velocità non ci sono problemi, mentre sulla comodità del prestito online bisogna presentare una serie di riserve.

Infatti nella maggior parte dei casi il contatto online porta semplicemente ad un’ offerta o una richiesta tramite la rete (e solo con le società finanziarie che prevedono questa soluzione), ma poi l’iter, come detto, procede forzatamente in modo più canonico. Può essere molto più sicuro rivolgersi alla propria banca, specialmente se si ha un buon rapporto, oppure ad una persona di fiducia.


Inserito nella categoria: Guida prestiti