Domanda

Salve,
volevo avere informazioni sul seguente caso specifico:
Caso di trasferimento di un mutuo da banca A a banca B.
La banca B, che subentra, necessita del vincolo a suo favore della polizza incendio, qualche giorno prima dell’atto, per poter preparare i contratti.
La Compagnia di assicurazioni per emettere il vincolo a favore della banca B, necessita del benestare di banca A.
Banca A non concede benestare al trasferimento del vincolo a banca B, se non il giorno dell’atto, cioè quando avrà i soldi in mano.
La compagnia di assicurazione comunica di non poter emettere nemmeno un vincolo di 2^ grado.
Bisogna per forza emettere una nuova polizza oppure c’è qualche direttiva che obbliga la Compagnia di Assicurazioni e le Banche a collaborare?
Esiste qualche espediente per districarsi al meglio?

Ringrazio e saluto.

Risposta

In questo caso a lei è stata proposta una surroga di mutuo con assicurazione contestuale, ovvero sta trasferendo sia il finanziamento sull’immobile che l’assicurazione incendio e scoppio a suo tempo stipulata.

Fermo restando che la variazione del vincolo avviene con una semplice annotazione, a margine del contratto, perché ne risulti beneficiaria la nuova banca subentrante (il che permetterebbe una procedura veloce senza troppi intoppi) ed in mancanza di flessibilità da parte dei vari soggetti coinvolti, la soluzione più semplice è quella della stipula di una nuova polizza (vedi anche Costi polizza mutuo).

Se non altro, in base alle novità stabilite dall’Isvap la compagnia di assicurazione attuale deve restituire la quota di premio pagato per il quale non c’è stato alcun godimento della copertura (attenzione però, bisogna vedere se e come questo va richiesto, per evitare ritardi e piccoli intoppi). Quindi non si rischia più, come avveniva fino a qualche anno fa (prima del 2010), di pagare due volte il premio.

Se si è soddisfatti del rapporto qualità e prezzo della polizza attualmente in essere si può eventualmente prima comunicare alla compagnia di assicurazione questo orientamento, per vedere se si giunge ad un accordo. In alternativa può essere utile vedere se la banca subentrante ha delle proposte vantaggiose, oppure si può anche scegliere di chiudere la vecchia polizza (sempre con restituzione del premio) e stipularne una nuova sempre con la stessa compagnia. In ogni caso, se si dovesse scegliere di stipulare un’assicurazione nuova bisogna farlo sull’importo residuo del capitale da rimborsare, e non su quello originariamente concesso.

I Commenti sono chiusi