Surroga mutuo Bnl: tanta scelta per ogni esigenza

Come ogni altro grande istituto di credito, anche Bnl propone non un mutuo specifico per la surroga, ma l’adattamento di un’ampia serie di mutui destinati all’acquisto, sostituzione o ristrutturazione, di un immobile di proprietà.

La gamma di mutui tra cui scegliere è quasi perfettamente coincidente con l’intera offerta, tranne qualche eccezione trascurabile, potendo comunque scegliere tra tasso fisso, variabile puro o variabile con cap, ed anche il tasso fisso a rate decrescenti, che si presenta come una delle soluzioni un po più particolari. Un orientamento questo confermato sia negli anni passati che nel 2015, per cui è lecito ipotizzare che non verrà modificato nel prossimo o più lontano futuro.

I tipi di mutuo per la surroga con Bnl

Dal Mutuo Bnl Variabile a quello Quasi Fisso, al Futuro Sereno (fisso a rate decrescenti) a quello Affitto (con rate crescenti, sempre tasso fisso), disponibile anche nella versione Più, si può spaziare con una certa disinvoltura, optando per il tipo di prodotto che meglio si addice alle esigenze del momento attuale che di quello futuro.

Tuttavia la linea di demarcazione tra i differenti prodotti è molto netta, per cui bisogna scegliere in modo consapevole e senza rimpianti, dato che i ripensamenti non sono ammessi. Inoltre Bnl non applica limitazioni nella surroga sulla percentuale del capitale residuo da rimborsare, a condizione, ovviamente, che non ecceda il massimo finanziabile (ovvero entro il 70% come valore corrente e massimo l’80% del valore dell’immobile stesso).

Surroga Bnl: opinioni positive o negative?

Ovviamente le opinioni sono generalmente positive per l’ampia scelta, anche se qualche dubbio sopravvive quando si impatta sull’aspetto delle convenzioni, che vede di norma Bnl come una delle principali protagoniste.

Infatti spesso viene scelta come banca per la richiesta di un mutuo di acquisto, magari approfittando di qualche ‘sconticino’ rientrando nelle convenzioni attive con il settore pubblico, per poi puntare alla surroga con Inpdap. Ma non mancano le delusioni, e non per colpa di Bnl, ma per le limitazioni imposte dal regolamento della surroga stessa con l’Inpdap, che diventano ancora più stringenti rispetto a quelle di acquisto.

Quindi se non si è in perfetta linea con quanto l’ex Istituto richiede a monte per la surroga, scegliere Bnl per fare questo passaggio successivo è una scelta completamente errata: meglio informarsi prima ed eventualmente scegliere in funzione di altri parametri, primi fra tutti la fattibilità e la convenienza economica, senza trascurare anche l’aspetto della flessibilità del rimborso.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca, Mutuo surroga