Piani di ammortamento del mutuo: come scegliere il più adatto alle proprie esigenze?

I piani di ammortamento esistenti sono essenzialmente 4: ammortamento alla francese, tedesco, italiano ed americano o anglosassone. Quello più utilizzato rimane l’ammortamento alla francese, soprattutto nella formula a “rata costante”, in quanto è quello che maggiori entrate alla banca, offrendo al contempo una rata di riferimento chiara da rimborsare.

Le caratteristiche del piano di ammortamento alla francese

Sia per i finanziamenti e mutui a tasso fisso che per quelli a tasso variabile, la logica di fondo non cambia. Con l’ammortamento alla francese, in fase di emissione del contratto viene definita una rata costante, con una quota interessi calcolata sul capitale residuo con andamento decrescente e “fisso”, mentre la componente variabile è quella della quota capitale, che cresce nel tempo per mantenere la rata “fissa”.

Date queste caratteristiche si potrebbe pensare che il mutuo variabile non possa adottare questo tipo di ammortamento dal momento che con il variare dei tassi anche gli importi delle rate si modificano. In sostanza invece non è così, come si può intuire nel momento stesso in cui la banca consegna il piano di ammortamento, per tutta la durata del mutuo, ai suoi clienti.

Infatti la rata è costante, poi a causa della necessità dettata dalle variazioni dei tassi vengono adeguati gli importi in più o in meno, con un ricalcolo dei nuovi tassi sul capitale residuo, presumendo ogni volta che per il futuro la rata sarà ugualmente costante. In poche parole è un procedere volta per volta, sulla base dei dati rilevati nelle epoche di revisione, fingendo che la rata ottenuta sia frutto di un piano di ammortamento “definitivo” (come se si trattasse per un tasso fisso), che poi durerà invece per il solo mese, trimestre, semestre o anno, a seconda del numero delle epoche di revisione previste nel contratto. Il calcolo e la liquidazione degli interessi avviene in modo posticipato.

Funzionamento del piano di ammortamento tedesco

Viene utilizzata la stessa logica del piano alla francese, con rata fissa, quota interessi “fissa” decrescente e quota capitale che si adatta in modo tale da mantenere la rata costante. Tuttavia nell’ammortamento tedesco il calcolo degli interessi avviene in modo anticipato, per cui ci si riferisce a valori attualizzati, che sono leggermente più bassi rispetto il calcolo con l’ammortamento francese.

Funzionamento del piano di ammortamento italiano

Con l’ammortamento ‘all’italiana’ la rata è variabile e decrescente in quanto la parte fissa è rappresentata dalla quota capitale, per cui la quota interessi varia in funzione del debito residuo da rimborsare, mese per mese. Con questo metodo il monte interessi rimborsato al termine del piano è inferiore agli altri, in quanto la restituzione del capitale residuo avviene molto più velocemente.

Funzionamento del piano di ammortamento americano o anglosassone

Si tratta di una soluzione strutturata su un piano di rimborso ed uno di investimento. I tassi di interesse devono essere scelti in modo tale da ridurre l’impatto degli interessi passivi del mutuo attraverso quelli legati agli investimenti. A livello di organizzazione la quota degli interessi è fissa, e le rate sono fatte di soli interessi, mentre con l’accumulo di capitale si costruiscono le somme che periodicamente vengono usate per rimborsare il prestito ottenuto.

Approfondimenti
Ammortamento italiano
Ammortamento americano

Inserito nella categoria: Ammortamento mutuo, Guida mutui online