Visura catastale online e telematica: istruzioni per l’uso

L’accesso alle informazioni contenute nella visura catastale sono diventate accessibili in modo molto più semplice e diretto a partire dalla fine di marzo del 2014, con l’operatività del servizio di consultazione dei dati catastali dei quali si è titolari. La consultazione della visura catastale in questo modo avviene online ed è anche gratis.

La visura catastale online da Agenzia delle Entrate

Per i privati cittadini il solo limite che si può incontrare è quello di non poter avere informazioni sulle visure catastali di altri soggetti (a meno che si conosca il codice fiscale, effettuando quindi una ricerca della visura catastale appunto per “codice fiscale”), ma solo dei propri immobili, anche se di proprietà solo parziale. La ricerca avviene in modo semplice poiché basta inserire dati noti come l’indirizzo (a meno che non si conoscano dei dati più specifici).

E’ possibile richiedere anche la visura catastale storica. Per farlo bisogna prima essere registrati ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate (accessibili ai contribuenti, compresi quelli che risiedono o lavorano all’estero), quindi bisogna loggarsi ed entrare nella sezione dei servizi online, scegliendo la richiesta della visura catastale presente in “servizi catastali e ipotecari”, oppure la rendita catastale associata o l’identificazione di un qualsiasi altro dato collegato ai propri immobili.

Richiesta di visura catastale online, ma tramite servizio telematico

Tutti i soggetti abilitati al servizio “Sister” possono richiedere la visura catastale per i propri clienti o utenti (come commercialisti, caf, ecc). Anche se la richiesta della stessa è gratuita per loro, normalmente viene fatto pagare il servizio. Si tratta di una strada che può essere utile per quanti non vogliono registrarsi sul sito dell’Agenzia delle Entrate o che non hanno facilità di uso dei servizi online.

La differenza nella scelta non sta nella qualità del servizio (dal momento che tutti i dati provengono dalla stessa fonte, che è sempre l’Agenzia delle Entrate), ma nelle facilitazioni nel poter ottenere la visura catastale senza troppe complicazioni. In tutti i casi la versione della visura catastale è valida ai fini della richiesta di documenti, richieste di mutuo, o qualsiasi altro impiego per il quale viene richiesto, indipendentemente dal canale attraverso il quale si procede per poterla ottenere.

Approfondimento: Quali documenti presentare per la richiesta di mutuo?


Inserito nella categoria: Acquisto casa, Documenti mutuo