Quota cedibile pensione e stipendio: cos’è e come si calcola

A differenza della maggioranza dei finanziamenti il rapporto rata/stipendio oppure rata/pensione che al massimo potrà essere accettato in una cessione del quinto è stabilito per legge ed è pari ad un quinto.

Si definisce invece quota cedibile la percentuale massima degli emolumenti percepiti mensilmente che possono essere impegnati dalla rata. Per la precisione questa è pari al massimo al 20% dello stipendio netto o della pensione netta. Vediamo insieme come calcolarla.

Che si intende per pensione e stipendio netti?

La somma dello stipendio o della pensione che la banca o la finanziaria devono considerare per il calcolo della rata massima della cessione del quinto è al netto delle ritenute fiscali e di altri tipi di ritenute (come ad esempio la presenza di eventuali pignoramenti). Tuttavia nel caso delle pensioni bisogna rispettare un accorgimento in più che è rappresentato dalla ‘salvaguardia’ della pensione minima. Non solo, non tutte le pensioni possono essere usate per il calcolo della quota cedibile.

In particolare non sono considerate valide per il calcolo della quota cedibile e non possono essere conteggiate nemmeno se si aggiungono ad una pensione di lavoro:

  • le pensioni e gli assegni sociali;
  • le pensioni per invalidità civile;
  • tutti gli assegni mensili erogati per offrire forme di assistenza ai pensionati per inabilità;
  • tutti i tipi di assegni erogati come forma di sostegno al reddito (come quindi i VOCRED, i VOCOOP e i VOESO);
  • gli assegni pagati al nucleo familiare;
  • le pensioni con carattere di contitolarità per la sola quota parte che non è di pertinenza del soggetto richiedente la cessione (ad esempio se la quota parte è del 50% il richiedente la
  • cessione del quinto otterrà il calcolo solo sul suo 50%);
  • le prestazioni di esodo (ex art. 4, commi da 1 al 7 – ter, della Legge nr. 92/2012).

Le pensioni di reversibilità invece sono ‘usabili’ per richiedere la cessione del quinto essendo frutto di versamenti e contributi da lavoro, anche se sono stati fatti da un lavoratore o soggetto diverso rispetto a chi percepisce la pensione. Quindi ricapitolando:

  • se si tratta di un reddito come stipendio, si calcola il quinto dell’importo netto mensile come quota cedibile;
  • se si tratta di pensioni, non si considerano in primis tutte quelle che hanno carattere assistenziale o sociale, ma solo quelle frutto di versamenti e contributi previdenziali. Il calcolo avviene sempre sul quinto della pensione netta, ma nel rispetto della pensione minima.

Facciamo degli esempi pratici per comprendere come funziona questo aspetto.

Esempi di calcolo sulle pensioni

Prendiamo due ipotesi generiche, per capire come e quando considerare l’importo massimo ottenibile nel caso di pensione:

  • Il pensionato percepisce una pensione di 600 euro netti mensili. Dato l’importo molto basso anziché calcolare il quinto sui 600 euro (in pratica 120 euro mensili) si fa la differenza tra la pensione percepita e quella minima (per semplicità supponiamo che quest’ultima sia pari a 500 euro). Quindi la quota cedibile sarà data da 600 euro meno 500 euro, ovvero sarà al massimo pari a 100 euro.
  • La pensione netta percepita è di 1500 euro. In questo caso il calcolo della quota cedibile sarà sull’intera pensione netta, ovvero pari a un quinto di 1500 euro e quindi pari a 300 euro.

Comunque il calcolo della quota cedibile va dimostrato tramite apposita certificazione rilasciata dall’Inps (tramite le sue varie sedi). Fanno normalmente eccezione le richieste di cessione effettuate presso finanziarie e banche che hanno convenzioni Inps, che generalmente tra i servizi agevolati prevedono un collegamento diretto alla banca dati dell’Ente ed un conseguente snellimento delle procedure di reperimento della documentazione necessaria.

Attenzione però: si tratta di un’agevolazione che può essere offerta in più dall’istituto di credito. Per legge, tra i documenti che il pensionato è tenuto a presentare, c’è infatti proprio la certificazione della quota cedibile.

Approfondimento: Guida ai prestiti per i pensionati.

Se si percepiscono più pensioni?

Il principio di fondo rimane quello della sola esclusione delle pensioni con carattere “sociale e assistenziale” che non possono mai essere considerate. Se invece si percepiscono più pensioni da lavoro, allora il calcolo della quota cedibile si farà sul calcolo della somma totale sempre al netto di trattenute di vario tipo.

Il calcolo per i lavoratori dipendenti?

Come già evidenziato il calcolo per i lavoratori dipendenti è molto più semplice perché si parte dallo stipendio netto e si divide per 5 (ad esempio su uno stipendio di 600 euro netti mensili la quota cedibile sarà pari a 120 euro).

Conclusioni

Ribadiamo che la quota cedibile rappresenta l’importo massimo che può essere trattenuto come “rata” della cessione del quinto. In funzione dell’importo richiesto con il finanziamento sarà infatti possibile pagare una rata inferiore alla quota cedibile stessa. Di contro quest’ultima non sempre assicura l’ottenimento di una cessione del quinto. Ciò accade ad esempio quando si è verso la fine del periodo lavorativo oppure in caso di un contratto a tempo determinato.

In entrambe le situazioni, infatti, l’importo della quota cedibile e la ridotta durata del rapporto lavorativo potrebbero non consentire al richiedente di raggiungere la soglia minima di somma che la banca (o la finanziaria) alla quale ci si è rivolti ritiene ‘consona’ per l’erogazione del prestito (in un range abbastanza ampio).

Ad esempio per UniCredit (approfondimento: Prestiti UniCredit) l’importo minimo concedibile con la cessione del quinto dello stipendio in caso di convenzione parte da ‘soli’ 200 euro mentre con Findomestic (approfondimento: Prestiti Findomestic) non è possibile richiedere meno di 1000 euro attraverso i prestiti personali (alla cui categoria appartiene appunto anche la cessione del quinto).

Guida Cessione de Quinto
Cessione del quinto
Cessione del quinto Agos
Compass cessione del quinto
Cessione del quinto Unicredit
Rimborso cessione del quinto
Quota cedibile

Inserito nella categoria: Guida prestiti