Enpaia mutui: la convenzione con la Banca Popolare di Sondrio

La fondazione Enpaia (dotata di personalità giuridica di diritto privato) è l’Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura. Al pari di altri Enti offre ai propri iscritti delle convenzioni che coinvolgono vari settori, tra i quali spiccano i servizi finanziari. L’Enpaia per i mutui si è affidata ad una convenzione con la Banca Popolare di Sondrio, che segue delle procedure e prevede limitazioni e requisiti ben specifici. Andiamo a vederli insieme.

Indice

Le finalità previste per il mutuo

Le finalità sono orientate sia alle esigenze abitative degli iscritti che all’acquisto di uno studio o locale commerciale. E’ previsto anche il mutuo sulla seconda casa (oltre che per la prima) con possibilità di finanziare le opere di costruzione o di acquisto, oppure di apportare delle modifiche a immobili che si hanno già tramite lavori di ristrutturazione. È anche possibile surrogare mutui con altre banche.

A chi sono destinati?

Possono accedere alle condizioni offerte dalla convenzione tutti coloro che risultano dipendenti di datori di lavoro che hanno le caratteristiche previste dall’articolo nr 3 della legge 29 novembre 1962 n.1655. Stesso discorso per tutti i dipendenti iscritti in regime volontario oltre che per gli altri iscritti così come indicato dall’art. 2, comma 3 e dell’art. 3, comma 2 dello Statuto.

logo enpaia

N.B. Coloro che risultano iscritti da meno di 6 mesi non possono accedere alla convenzione. Inoltre, se si è già usufruito di un mutuo convenzionato in precedenza non si potrà chiederne uno nuovo fino a quando ci sia stata la totale estinzione di quello precedente.

Caratteristiche dell’immobile

Come detto l’Epaia per i mutui ha scelto la convenzione sia per i finanziamenti finalizzati a immobili ad uso abitativo che quelli per attività lavorativa. La somma massima che si può ottenere come finanziamento è comunque sempre di 200 mila euro con importo minimo fissato a 100 mila euro. Come percentuali massime finanziabili troviamo (LTV):

  • l’80% del valore dell’immobile per la finalità di acquisto;
  • l’80% del costo di costruzione (comprendendo anche quello dell’area) o della spesa necessaria per la realizzazione della sopraelevazione e ricostruzione dell’immobile finanziato.

In questo secondo caso il mutuo sarà erogato anche in più tranche, in funzione degli interventi effettivamente eseguiti (alla pari di un classico mutuo SAL).

Procedura per la richiesta

Il referente rimane la filiale della Banca Popolare di Sondrio alla quale ci si rivolge. Tuttavia bisogna per prima cosa fare richiesta alla Fondazione Enpaia, tramite l’apposita modulistica da scaricare sul sito, per chiedere il ‘via libera’ per accedere alla convenzione. L’istanza di ammissione alla convenzione deve essere accompagnata dalla documentazione reddituale. L’Enpaia potrà ammettere o rigettare la richiesta.

Una situazione di rifiuto potrebbe ad esempio essere la donazione da parte di persone tuttora viventi dell’immobile che sarà oggetto dell’ipoteca e quindi del mutuo stesso.

Qualora invece desse parere positivo rilascerà l’apposito documento con il quale bisogna andare in filiale a formalizzare la richiesta del mutuo, cui seguirà una normale procedura di valutazione.

mano che accarezza il grano

Condizioni e limitazioni del contratto di mutuo

I tassi disponibili sono sia fissi che variabili, oltre al tasso misto. La durata va da un minimo di 5 anni fino ad un massimo di 20 anni e le rate sono semestrali. Quindi si avranno rispettivamente:

  • per mutui di durata pari a 5 anni: 10 semestralità;
  • per mutui di durata pari a 10 anni: 20 semestralità;
  • per mutui di durata pari a 15 anni: 30 semestralità;
  • per mutui di durata pari a 20 anni: 40 semestralità.

Le date di scadenza dei rimborsi sono il 01 gennaio e il 01 luglio di ogni anno. Nei contratti sono specificate alcune limitazioni che, se non rispettate anche dopo la concessione del mutuo, possono portare alla risoluzione del contratto. Queste al 9 novembre 2011 sono:

  • divieto di dare in locazione l’immobile per i primi 10 anni dalla data di stipula del contratto di mutuo;
  • divieto di trasferimento (gratuito o oneroso) dell’immobile.

Contatti e informazioni

Come riferimenti per informazioni dirette con la banca si possono usare i seguenti contatti:

  • tel. 0342/528648-528450-528751;
  • fax 0342/528352-528204;
  • sito http://www.popso.it;
  • indirizzo E-Mail [email protected]

Invece i contatti utili per la Fondazione Enpaia sono i seguenti:

  • 800 24 26 2: orari del Call Center vanno dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 16, mentre il venerdì dalle ore 9 alle ore 13;
  • numero di telefono della sede (Roma) Tel. 06 54581;
  • indirizzo E-mail: [email protected];
  • PEC: [email protected];
  • form di ricontatto presente sul sito.

Per quanto riguarda invece l’indirizzo dove inviare il modulo di richiesta all’Enpaia (oltre che la documentazione reddituale), sul sito ufficiale viene indicato: Fondazione ENPAIA/Uff. Mutui, sita in Viale Beethoven 48 a Roma (Cap 00144).