Commenti mutui Banca Popolare Etica: meglio tasso fisso o variabile?

Banca Etica è una banca che si basa sul concetto di mutualità, per cui ha un codice “etico” abbastanza rigido ed un approccio che mira a garantire chiarezza e trasparenza. L’accesso ai mutui è possibile a chiunque, anche se ai soci sono riservate delle condizioni agevolate. Nel particolare, per l’acquisto di una abitazione (ad eccezione delle abitazioni di lusso), sono previste due tipologie di soluzioni:

  • il mutuo ordinario (che può essere sia fondiario che ipotecario);
  • il mutuo con progetto di efficienza energetica (sia fondiario che ipotecario).

Tra il mutuo fondiario e quello ipotecario non sono previste delle differenze di trattamento economico (dagli spread ai costi accessori), mentre nel caso in cui si desideri acquistare un’abitazione che ha i requisiti di “efficienza energetica” si può accedere alla gamma di mutui “progetto Energia” che consentono di ottenere dei margini di risparmio, a partire proprio dallo spread.

Caratteristiche dei mutui di Banca Etica

Sui tassi ci sono tre possibili scelte: tasso variabile (sull’euribor o Bce), tasso fisso e tasso “rivedibile”. La durata massima è fissata in 25 anni (30 anni), e l’importo massimo finanziabile è di 500 mila euro.I mutui possono essere destinati sia all’acquisto che alle opere di ristrutturazione, con percentuali di finanziamento che sono fino all’80%, ma che possono essere portate fino al 100% con la presentazione di adeguate garanzie.

Lo spread cresce al variare della durata, con una soglia minima del 3% sul tasso variabile per il mutuo che rientra nel progetto Energia, e 3,15% nel mutuo ordinario. Rimane interessante la scelta di offrire lo stesso spread sia che si scelga l’euribor che il tasso Bce come tasso di indicizzazione.

Condizioni economiche del mutuo di banca Etica

Le spese di istruttoria sono pari allo 0,5% della somma erogata, per cui si ha un allineamento rispetto alle altre condizioni applicate dalle altre banche. Non ci sono commissioni di incasso rid, gestione pratica (annuale) o invio di comunicazioni, mentre bisogna farsi carico di una spesa di 50 euro per la certificazione degli interessi (che va ad annullare di fatto il vantaggio della mancanza delle spese di gestione). L’ipoteca è del 150% rispetto all’importo del mutuo, quindi con una richiesta media rispetto alle concorrenti, secondo lo stato attuale.

Conclusioni ed opinioni

Il vero vantaggio dei mutui di Banca Etica riguardano il rapporto aperto alla chiarezza. Invece le condizioni economiche rimangono nella media, fallendo un po dal punto di vista dell’obiettivo di concedere mutui per garantire un po a tutti il diritto ad avere una abitazione.

Se si cerca il mutuo più economico in senso assoluto potrebbe non essere la soluzione giusta, se invece si sta cercando uno “stile diverso” di fare banca, allora l’approccio non può che dimostrarsi positivo.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca