BPPB: mutui su misura ma attenzione ai costi

Il gruppo BPPB continua a mostrare una politica di credito intermedia, incentrata principalmente su prodotti storici, consolidati nel tempo, con l’aggiunta, di tanto in tanto, di qualche novità dettata invece dalle esigenze momentanee del mercato. Queste condizioni hanno portato ad un’offerta mutui che prevede tre prodotti principali e uno satellite. Le finalità proposte sono: acquisto, ristrutturazione oppure surroga.

logo banca popolare di puglia e basilicata

Indice articolo

L’offerta BPPB: caratteristiche principali

L’aspetto che caratterizza in modo univoco e armonizzato le 4 tipologie di mutuo offerte oggi è quella di finanziamenti di tipo fondiario. Per quanto riguarda la tipologia, la scelta sui tassi è quella più semplice dovendo optare o per il tasso fisso o per quello variabile. Per la precisione al 27 agosto 2019 le alternative proposte dalla banca pugliese sono:

  • Mutuo standard: prevede durate massime differenti a seconda del tasso scelto: max 25 anni nel caso del tasso fisso; max 30 anni nel caso del tasso variabile;
  • Mutuo anch’io: pensato anche per i lavoratori atipici. Questo finanziamento prevede la possibilità di scelta oltre al tasso fisso e al tasso variabile, anche un variabile con rata costante e durata che varia (la durata massima di 30 anni è prevista solo per il variabile puro, mentre negli altri casi si ferma a 25 anni);
  • Mutuo 24, che invece prevede per i primi due anni (al massimo) una rata più bassa, fatta di soli interessi, facendo leva sull’adozione del pre-ammortamento;
  • Mutuo ‘in Campagna’, ultimo nato, per il quale si è puntato su uno spread più basso, ma con la sola possibilità di scegliere il tasso variabile.

(Fonte: sito ufficiale Banca Popolare di Puglia e Basilicata – Data: 27 agosto 2019)

Interessi e spread

A riguardo va però detto che è proprio sulla remunerazione che la banca si attende per offrire i mutui che ci sono delle perplessità, con dei livelli abbastanza elevati, soprattutto in funzione delle proposte di alcune banche concorrenti, e senza dimenticare la natura di “banca popolare” che, in passato, ha offerto, proprio come valore aggiunto, prodotti a condizioni economiche meno onerose.

Inoltre, per ottenere spread ragionevoli bisogna raggiungere un LTV al massimo del 50%. Per comprendere meglio queste differenze riprendiamo i dati riportati dal foglio informativo ufficiale, dove vengono specificati gli sconti sul tasso che verrebbe applicato in funzione delle condizioni di mercato vigenti al momento della stipula (N.B. facciamo riferimento nell’esempio seguente solo al mutuo Standard):

Tasso fisso

  • sconto dell’1,55% per le durate fino a 20 anni ma solo per i mutui con un LTV fino al max al 50%;
  • sconto dell’1,65% per le durate fino a 20 anni nel caso di mutui con un LTV dal 50,01% all’80%;
  • sconto dell’1,25% che non considera lo LTV ma solo la durata, nel caso di durate superiori ai 20 anni.

Tasso variabile

  • sconto dell’1,40% per le durate fino ai 15 anni;
  • sconto dell’1,30% per le durate superiori ai 15 anni.

Ovviamente non manca un pizzico di attenzione in più per i soci, con sconti applicati prevalentemente sugli spread, da valutare con attenzione attraverso preventivo ufficiale.

(Fonte: sito ufficiale Banca Popolare di Puglia e Basilicata – Data: 27 agosto 2019)

Fondo di Garanzia Prima Casa

fondo di garanzia prima casa

Al 27 agosto 2019 l’istituto di credito pugliese risulta aderire al Fondo di Garanzia Prima Casa stipulato in accordo con Abi, Mef e gestito dalla Consap. Ricordiamo che questo permette agli aventi diritto di avere un accesso facilitato al credito. Tali agevolazioni si riferiscono a mutui di importo non superiore a 250000 euro riferiti ad immobili non rientranti nella categorie catastali A1, A8 e A9 o con caratteristiche di lusso. Le finalità sono acquisto, ristrutturazione e miglioramento dell’efficienza energetica. La priorità in base al regolamento vigente è riferita agli under 35, ai nuclei familiari monogenitoriali, alle giovani coppie ed ai residenti in case popolari.

Condizioni e costi accessori

costi del mutuo bppb

L’importo minimo finanziabile è di 40 mila euro (l’importo massimo dipende dal tipo di mutuo scelto) e la percentuale massima di copertura del prezzo è fino all’80%. Ci sono spese di incasso rid, pari a 2,5 euro, nessuna spesa di gestione, mentre per l’istruttoria è dell’1% con un importo minimo di 800 euro e la perizia tecnica di 190 euro più Iva.

Tuttavia non mancano voci poco gradite, come le spese di recupero Crif pari a 38 euro, mentre le comunicazioni sono gratis se richieste semplicemente online, altrimenti partono da 0,85 euro ciascuna.

(Fonte: sito ufficiale Banca Popolare di Puglia e Basilicata – Data: 27 agosto 2019)

Per ottenere un preventivo personalizzato è consigliato fissare un appuntamento in una delle filiali. Per avere maggiori informazioni si può usare come contatto 0808710111. Al 27 agosto 2019 non è invece presente un calcola rate online per avere un’indicazione via web della convenienza in base alle proprie necessità.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca