Crédit Agricole mutuo: costi e condizioni

Per quanto riguarda il settore mutui, Crédit Agricole offre un’interessante varietà, sempre in evoluzione ed al passo coi tempi.

Gli storici prodotti Gran Mutuo e Mutuo Adesso, infatti, ultimamente sono stati sostituiti dal Mutuo Base e dal Mutuo Crédit Agricole, disponibile anche in una versione Giovani 100%. Vediamo di più assieme.

Indice articolo

Finalità per la richiesta

Sia che si voglia andare sul Mutuo Base che sul Mutuo Crédit Agricole, le finalità accettate sono:

  • acquisto di un immobile per uso residenziale (prima casa o seconda casa);
  • ristrutturazione di un immobile che si ha già, anche per quanto riguarda il miglioramento dell’efficienza energetica;
  • mutuo surroga per le medesime finalità (acquisto oppure ristrutturazione).

logo crédit agricole

Il Mutuo Base prevede come finalità anche la liquidità (mettendo a garanzia un immobile di proprietà) con una percentuale fino al 50% del valore risultante dalla perizia dello stesso. Inoltre può essere scelto sia come mutuo ipotecario che come mutuo fondiario.

Differenze

Se le finalità tra questi due mutui sono tutto sommato simili, i requisiti e molte condizioni differiscono. Tra le differenze troviamo in primis l’età massima dei richiedenti:

  • il Mutuo Crédit Agricole prevede che al termine del contratto il richiedente non abbia più di 75 anni;
  • il Mutuo Base invece non prevede un’età massima.

Questo aspetto condiziona la durata massima che si può scegliere per il mutuo, che va da un minimo di 5 anni ad un massimo di 30 anni per il Mutuo Base e da 10 a 30 anni per il Mutuo Crédit Agricole.

Non si segnala alcuna differenza sulla tipologia di tasso, in quanto per ogni versione si può scegliere tra tasso fisso, variabile e variabile con tetto massimo (o Cap). In più il Mutuo Base permette anche di scegliere l’opzione con tasso variabile e rata costante.

A livello di spread invece ci sono differenze non solo in base alla tipologia di tasso scelto ma anche per l’opzione con o senza polizza CPI (caso morte), disponibile per entrambe le tipologie di mutuo. Se poi si scelgono immobili con classe energetica A o B si ottiene uno sconto sullo spread pari allo 0,10%. Per conoscere le varie differenze è essenziale farsi fare più preventivi da comparare, valutando comunque i valori a monte attraverso il tool presente sul sito, il cui utilizzo vedremo nell’apposita sezione, un po’ più avanti.

(Fonte: sito ufficiale Crédit Agricole – Data: 2 dicembre 2021)

Qual è l’alternativa flessibile?

Per scegliere la soluzione migliore in base alle proprie necessità si deve considerare anche l’aspetto della flessibilità nella gestione dei rimborsi del mutuo, possibile solo con il Mutuo Crédit Agricole.

Nella versione Giovani ad esempio è prevista l’opzione “IniziaConCalma” che consente di sospendere, in fase di stipula, le prime 12 rate del mutuo con conseguente allungamento del piano di ammortamento.

(Approfondimento: Mutui per giovani)

Nella versione per gli over 36 troviamo invece l’opzione Saltarata che può essere esercitata una volta all’anno, mettendo la rata saltata in coda al piano di ammortamento. A questa opzione ‘fissa’ è possibile aggiungere un’opzione a scelta tra le seguenti alternative:

  • Sospendirata: si esercita la sospensione totale del rimborso delle rate fino a 12 mesi;
  • Sospendiquota: in questo caso si decide di rimborsare solo la quota interessi, mentre si ha la sospensione del rimborso della quota capitale per un periodo massimo pari a 24 mesi;
  • Regolamutuo: si può decidere la variazione della durata del mutuo fino a 5 anni.

(Fonte: sito ufficiale Crédit Agricole – Data: 2 dicembre 2021)

Anche al 100%?

Chiudiamo la parte dedicata alle differenze tra i due tipi di mutuo offerti da Crédit Agricole, con un occhio alle percentuali massime concedibili: 100% solo nel caso del Mutuo Giovani Crédit Agricole, mentre scende all’80% per gli over 36. Nel caso del mutuo di ristrutturazione la percentuale massima è invece del 50% mentre nel caso della surroga tutto dipende dall’importo residuo (con un minimo di 50 mila euro).

N.B. Per il Mutuo Base non è prevista la possibilità di accedere al Fondo di Garanzia prima casa.

Per quanto riguarda la gestione e l’applicazione delle spese accessorie ci sono delle modeste discrepanze che si concentrano soprattutto tra le spese di istruttoria che sono comunque pari all’1,50% (da comprendersi tra 1000 e 3 mila euro) nel Gran Mutuo, e pari all’1,5% (con importo tra 1500 e 3 mi dell’importo erogato. Variano però gli importi min e max che sono:

  • 1.500 euro e massimo 3.000 euro per il Mutuo Crédit Agricole;
  • minimo 1.500 euro ma senza massimo in caso di mutuo Base ipotecario fondiario;
  • minimo 1.500 euro e massimo 3.000€ solo in caso di mutuo ipotecario non fondiario.

In tutte le varie alternative la perizia è di 201,30€ (non prevista in caso di surroga).

(Fonte: sito ufficiale Crédit Agricole – Data: 2 dicembre 2021)

Il tool di calcolo

Sul sito, disponibile per qualsiasi utente, anche chi non è registrato o non è già cliente di Crédit Agricole o altra banca del gruppo francese, c’è un tool calcola rata molto semplice da utilizzare. Di contro questo calcolatore richiede informazioni generiche e per questo non va considerato al pari di un vero e proprio preventivatore.

esempio calcola rata mutuo credit agricole

Il tool attraverso apposite ‘barre di scorrimento’ permetterà di scegliere:

  • la finalità per il quale si vuole richiedere il mutuo (tra acquisto, ristrutturazione o surroga);
  • il valore dell’immobile (parliamo del valore presunto o meglio ancora del prezzo di acquisto se già è stata trovata un’abitazione che si vorrebbe acquistare);
  • l’importo del mutuo che si vorrebbe richiedere tra il minimo e il massimo previsto dal sistema;
  • la durata massima di rimborso.

E’ inoltre possibile indicare se si hanno meno di 36 anni per accedere alle agevolazioni per i giovani.

Una volta inseriti tutti i parametri si deve cliccare su Calcola la Rata per accedere alle varie proposte. Queste possono così essere analizzate più a fondo anche aggiustando i parametri, così da rendere il tutto il più possibile personalizzato.

(Fonte simulazione: sito ufficiale Crédit Agricole – Data: 2 dicembre 2021)

esempio 1 calcolo rata mutuo credit agricole

Selezionando Scegli (il pulsante rosso in basso) si può passare alla fase successiva che permette di salvare il calcolo fatto, indicare quanti sono i potenziali intestatari del finanziamento e dove è ubicato l’immobile. E’ quindi possibile richiedere un ricontatto, anche nel caso in cui l’immobile non sia stato ancora individuato.

form contatti credit agricole

Per essere contattati si può anche compilare direttamente il form presente sul sito ufficiale e attendere l’interazione con un consulente.

(Approfondimento: Leasing abitativo)