Opinioni mutui Deutsche Bank: caratteristiche e costi

Chi è alla ricerca di un mutuo versatile, che può adattarsi a differenti soluzioni, e che è sfruttabile anche per situazioni particolari, come l’acquisto con mutuo su un immobile tramite asta giudiziaria, può trovare nella sezione dei mutui di Deutsche Bank una valida risposta, anche se non è detto che si tratterà sicuramente di quella più economica in assoluto. Dal mutuo Deutsche bank tasso fisso, al tasso variabile o misto le soluzioni però non mancano. Analizziamole insieme.

Le varie tipologie di tassi e finalità del mutuo di Deutsche Bank

Il mutuo di Deutsche Bank prende il nome di Mutuo Pratico e si adatta a tante situazioni: acquisto da privati, da ditta o da asta giudiziaria; mutuo di ristrutturazione; surroga o sostituzione più liquidità di un mutuo già in essere; mutuo di liquidità. Come evidente la banca tedesca ha fatto la scelta di proporre un solo “prodotto”, che però può presentare differenti caratteristiche, a seconda del tasso scelto, ed è quindi utilizzabile per le varie finalità. Nel particolare i tassi di interesse tra cui poter scegliere sono:

  • tasso variabile indicizzato all’euribor a tre mesi;
  • tasso variabile indicizzato Bce;
  • tasso fisso;
  • tasso misto (inizio fisso);
  • tasso misto (inizio variabile);

La durata va da un minimo di 5 anni a un massimo di 40 anni con alcune eccezioni rappresentate al 15 aprile del 2019 dal tasso variabile Bce o fisso (che termina a 30 anni). Quindi il piano di ammortamento fino a 40 anni può essere utilizzato per il tasso variabile indicizzato all’Euribor, o nel caso del tasso misto, laddove il mutuo a quarant’anni possa risultare interessante per coloro che hanno bisogno di sostenere rate più leggere. Di contro bisogna essere consapevoli che al termine del piano si sosterrà un costo complessivo molto più oneroso rispetto a un classico piano fino a 30 anni. L’iscrizione ipotecaria è pari al 150% dell’importo del mutuo erogato.

(Fonte: sito ufficiale Deutsche Bank – Data: 15 aprile 2019)

Percentuali massime o LTV dei mutui db

Sul LTV bisogna distinguere soprattutto in funzione del tipo di finalità per il quale si richiede il mutuo Pratico di Deutsche Bank. Questo al di là delle opinioni presenti nei vari forum di settore (o delle esperienze di persone conosciute anche direttamente), non sempre consente l’accesso all’offerta a tutti coloro che hanno bisogno di comprare casa, richiedere nuova liquidità, ecc. Se infatti le percentuali finanziate ‘di base’ sono pari all’80% con un importo minimo di 50 mila euro, non mancano delle eccezioni e cioè:

  • nel caso di mutui per la sostituzione di un mutuo già in essere più nuova liquidità la somma massima finanziata è di 200 mila euro, mentre quella della nuova liquidità è pari al max. a 25 mila euro. E’ confermato un LTV all’80% e un importo minimo pari a 50 mila euro;
  • per un mutuo di acquisto da asta giudiziaria la percentuale del valore commerciale dell’immobile è dell’80% ma si può arrivare fino al 100% del prezzo di aggiudicazione. N.B. Si tratta di un mutuo che non viene concesso dal comparto db Easy;
  • nel semplice mutuo di acquisto il LTV si conferma all’80%, così come per la surroga (e si conferma sempre l’importo minimo finanziabile a 50 mila euro);
  • per la liquidità pura la somma massima è pari al 55% del valore commerciale dell’immobile (max 200 mila euro, minimo 35 mila euro).

Loan to value per la ristrutturazione

Per mutuo di ristrutturazione bisogna fare la distinzione tra la versione Light e quella Full, dove:

  • per la light si finanzia il 100% del costo delle spese in preventivo, ma fino al 40% del prezzo commerciale dell’immobile in garanzia;
  • nel caso dell’opzione Full si ha sempre il 100% del costo delle spese in preventivo, ma fino al 75% del valore commerciale dell’immobile in garanzia (la versione Full non è richiedibile presso le filiali del comparto db Easy).

Per la ristrutturazione insieme al mutuo di sostituzione, la percentuale massima del finanziamento complessivo è fino all’80% mentre per la sola parte della ristrutturazione non si potrà superare la percentuale del 40%.

(Fonte: sito ufficiale Deutsche Bank – Data: 15 aprile 2019)

Come richiedere il mutuo?

Trattandosi di una banca tradizionale per ottenere sul mutuo deutsche bank un preventivo bisogna recarsi in filiale, ma così si ha almeno la sicurezza di trovare quello più adatto alle proprie necessità. Sul sito ufficiale è comunque presente un servizio calcola rata che permette di fare una simulazione a carattere indicativo. Per poter usare il tool non bisogna registrarsi, basterà inserire alcuni semplici dati per ricevere come risposta l’importo della rata oltre che il Tan ed il Taeg in base alle informazioni fornite:

(Fonte simulazione: sito ufficiale Deutsche Bank – Data: 15 aprile 2019)

N.B. Il calcola rata può essere utile anche per scoprire se nella propria zona ci sono sportelli o filiali Deutsche Bank. Infatti il sistema, prima di procedere alla simulazione, nel caso di grandi distanze dalla sede più vicina, ne darà comunicazione con un apposito banner.

Costi e spread del mutuo Pratico di Deutsche Bank

La parte degli spread non rientra nel concetto di praticità, soprattutto perché particolarmente articolata, con differenze, in seno a ciascuna tipologia di tasso e destinazione di uso del mutuo stesso. Lo spread meno caro si ha con il tasso fisso per il mutuo di acquisto (2,19% che sale di 0,20% nel caso si scelga il tasso variabile), mentre quello più elevato è legato al tasso variabile o misto (pari al 3,20%).

(Fonte: da foglio informativo aggiornato al 5 aprile 2019)

Come altre spese bisogna farsi carico di quelle di istruttoria e perizia che sono pari a 950 euro per le prime (che salgono a 1000 nel caso di acquisto da asta e sostituzione più liquidità), e 390 euro per le seconde (che salgono a 590 nel caso di ristrutturazione full). Ovviamente nel caso della surroga non saranno applicate.

Non ci sono altri costi dato che non sono previste né le commissioni di incasso rid né le spese di gestione annuali. Anche la polizza incendio e scoppio resta a carico della banca.

(Fonte: sito ufficiale Deutsche Bank – Data: 15 aprile 2019)


Inserito nella categoria: Mutuo Banca