Mutuo Widiba – I tassi sono davvero bassi?

Il mutuo Widiba non è più solo una promessa e con l’offerta Mps (anch’essa rinnovata) la sezione dei mutui del gruppo bancario senese diventerà più completa. Dal 2014 ad oggi la banca al 100% online del Gruppo Mps (del quale condivide solamente il marchio e l’appartenenza al gruppo ma con una solidità non paragonabile: Cet1 superiore al 35,2%) ha incrementato di anno in anno il numero dei clienti, grazie alle condizioni e caratteristiche del conto, ma anche alla facilità con cui si riescono a gestire i rapporti. Una politica che Widiba ha deciso di utilizzare anche per i mutui.

Il mutuo al 100% online

Il mutuo ‘Wise’ (dal nome della nuova piattaforma di consulenza) è stato definito il primo mutuo senza scartoffie. Qui però è bene subito precisare che il ‘senza scartoffie’ è vero, poiché sfruttando la firma digitale, l’invio dei documenti e le comunicazioni saranno completamente online. Tuttavia parlare del primo mutuo con queste caratteristiche non è altrettanto vero. Ci sono già altri prodotti come il Mutuo Hello Bank e Mutuo CheBanca che garantiscono questo tipo di “semplificazione”.

A riguardo il mutuo di Widiba ha più cose in comune con il mutuo Hello Bank visto l’accordo fatto con Findomestic (che si occupa anche delle erogazioni della banca online di Bnl), che ha fornito il proprio know how per un avvio di successo. Widiba per i propri mutui punta a rispettare tempi anche stretti d’erogazione, che potrebbero far parlare in modo realistico di un mutuo veloce:

  • massimo 5 giorni per dare un giudizio certo sulla finanziabilità del richiedente;
  • massimo 30 giorni per arrivare alle erogazioni delle somme eventualmente deliberate che attendono solo la firma davanti dal notaio.

(Fonte: comunicato stampa Widiba del marzo 2017)

Quindi riassumiamo, vedendo le principali caratteristiche del mutuo Widiba:

  • richiesta di un preventivo personalizzato online in pochi passi
  • uno specialista di mutui Widiba dedicato che segue le fasi, che vanno dal preventivo fino all’eventuale stipula;
  • caricamento on line dei documenti senza bisogno di cartaceo;
  • uso della firma digitale per la richiesta di mutuo.

Caratteristiche e finalità

Il mutuo Widiba può essere richiesto per acquisto, ristrutturazione e anche per surroga. La durata massima è di 30 anni, mentre quella minima di 10 anni. Importo finanziabile tra 50 mila e 1 milione di euro (nel caso della surroga l’importo minimo è di 80 mila euro) ed a scelta si potrà optare per il tasso fisso o il tasso variabile. Lo spread dipende non solo dalla durata ma anche dall’importo richiesto o dal Ltv.

Al 15 maggio 2018 ad esempio lo spread per il tasso fisso va da un minimo dello 0,19% fino ad un massimo dello 0,54% mentre per il tasso variabile (sempre per la finalità di acquisto e ristrutturazione) si parte dal minimo dell’1% mentre quello massimo è di 1,15%. Spese di istruttoria 0,5% ma con un massimo di 1000 euro.
Periodicamente si può contare anche su promozioni specifiche.

(Fonte: sito ufficiale Widiba – Data: 15/5/2018)

Online sì, ma torna in prima fila la consulenza

Il 2016 è stato un anno importante per il processo di trasformazione e la nascita di “Casa Widiba”. Ma quali sono le novità più importanti che metteranno in relazione Widiba e mutui? In primis il recupero del ruolo della consulenza. Dopo aver ottenuto vari riconoscimenti sulla qualità dell’internet banking, sul servizio di mobile banking e sulla qualità dello stesso servizio di assistenza offerto dai propri operatori, si punta infatti a recuperare la figura del consulente.

Quindi il modello Widiba sembra voler abbracciare il modello inizialmente utilizzato da Banca Mediolanum: affidare ai propri clienti un consulente personale che sia in grado di fornire la giusta esperienza e soluzione sia per la gestione dei risparmi, che per far fronte alle emergenze quotidiane, fino alle scelte fondamentali per acquistare o sostituire la propria casa o anche semplicemente rottamare il mutuo che già si ha in corso.

Tuttavia per non far perdere l’anima profondamente digitale (voluta dagli stessi utenti) con il lancio dei mutui anche la piattaforma dell’internet banking di Widiba viene adeguata per consentire agli utenti richiedenti di poter seguire passo passo tutto l’iter di richiesta, senza buchi o salti (con il già citato servizio/piattaforma WIse DIalog Bank).

Il calcola rata: come si usa e cosa permette di fare

Tutti gli utenti, sia quelli che sono già clienti che quelli che ancora non hanno un rapporto aperto con questa banca, possono sfruttare la funzione Calcola Rata disponibile sul sito ufficiale. Questa permette di fare una simulazione della rata che si potrà ottenere con un mutuo Widiba. Nel particolare sono disponibili 3 alternative:

  1. calcola rata del mutuo;
  2. surroga da un’altra banca;
  3. simula con il tuo reddito.

L’uso è semplice dal momento che basta inserire dei dati essenziali come ad esempio quelli usati nell’immagine successiva:

Attraverso questo tool si arriva prima a una possibile comparazione di diverse offerte dopo di che si può decidere di formulare un preventivo e successivamente avviare la procedura di richiesta formalizzata, il tutto sempre rigorosamente on line. In tutti i casi il risultato del calcola rata non offre anche un’analisi di fattibilità.

Conclusioni

Le premesse per il Mutuo Widiba può rappresentare un’alternativa da valutare per l’acquisto di un’abitazione.

Riassumiamo infine le condizioni del Conto Widiba associato al mutuo, possibile valore aggiunto di un rapporto con la Banca online del gruppo Mps.

  • Deposito titoli: incluso nel canone
  • Estratto conto e comunicazioni on line: incluso nel canone
  • Linee di deposito (sia libera che vincolata): incluso nel canone
  • Bonifici Sepa: gratis
  • Firma digitale e Pec: incluso nel canone
  • Prelievi su Atm (anche banche extra gruppo): gratis
  • Canone bancomat: gratis
  • Canone tenuta conto: gratis

(Fonte: sito ufficiale Widiba – Data: 15/5/2018)


Inserito nella categoria: Mutuo Banca