Opinioni convenienza mutui Che Banca: si risparmia davvero?

Il mutuo con CheBanca è davvero conveniente? Come per qualsiasi altra offerta la convenienza non va vista fine a se stessa, ma combinata con altri fattori, tra i quali la trasparenza, il livello di consulenza, oltre che la possibilità di scegliere la tipologia di mutuo che meglio si adatta alle proprie necessità. Tutti aspetti, questi, che in CheBanca non vengono meno.

Fisso Variabile Risparmio Variabile con Cap
Spread da 1,05% a 2,60% da 1,35% a 2,88% da 2,43% a 2,73% da 2,65% a 2,95%
Caratteristiche Rata costante La rata segue l’andamento dell’Euribor a 3 mesi Mutuo collegato al Conto corrente o Conto Tascabile CheBanca: maggiori sono i soldi depositati, minore è la rata! Mutuo a tasso variabile con protezione rispetto all’eccessivo aumento dell’Euribor

I mutui Chebanca: dal mutuo risparmio a quelli più “regular”

Il mutuo risparmio di Chebanca (disponibile solo nella versione di mutuo a tasso variabile) attira la curiosità di una buona fetta di potenziali richiedenti, dato che promette di offrire la possibilità di far “risparmiare” gli interessi passivi, grazie alla formula del “salvadanaio”.

Va subito precisato che questo tipo di mutuo non è un esemplare unico, dato che rientra nella categoria dei mutui off set, ovvero di quei mutui che sono collegati ad altri prodotti o servizi, e che, in base al tipo di uso che se ne fa, permettono di realizzare una riduzione dello spread.

Il mutuo risparmio di Chabanca sfrutta come collegamento il conto corrente e/o il conto Tascabile (la carta conto di Chebanca). Quindi a seconda dei soldi che si trovano sull’uno o sull’altro entra in funzione il meccanismo della riduzione dello spread che comunque è più elevato rispetto allo stesso variabile ‘puro’ di Chebanca.

Un aspetto negativo sta nel fatto che sia il conto corrente che il conto tascabile non prevedono remunerazione, per cui mantenere elevate giacenze è comunque uno spreco di denaro, quindi farsi due conti tra quanto si risparmierebbe e quanto si perderebbe è sempre la cosa migliore. Come aspetto positivo c’è il fatto che si possono collegare fino a 4 conti tascabili, intestati anche a persone diverse dal mutuatario, il che innalza senza dubbio il giudizio positivo nell’ambito delle opinioni.

Panoramica dei mutui di Chebanca

Come tassi è possibile scegliere tra tasso fisso, tasso variabile o tasso variabile con Cap. Gli spread variano in funzione del tipo di finalità per il quale viene scelto il mutuo dato che tutte le tipologie sono usabili per acquisto, ristrutturazione sostituzione o surroga (per quest’ultima c’è sempre un appesantimento dello spread), e in base al tipo di tasso scelto.

Si va quindi da un minimo di 2,50% del tasso variabile per acquisto (2,79% per il tasso fisso), ad un max di 3,95% per il mutuo risparmio in caso di surroga. Le spese, comunque comuni a tutti i mutui, sono: 250 euro perizia e 1000 euro istruttoria. Importo minimo finanziabile pari a 50 mila euro e percentuale di finanziamento dell’80% per la prima casa, con una durata che va dai 10 anni ai 30 anni.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca