Opinioni Mutuo Arancio di Ing Direct: caratteristiche e costi

Il mutuo Arancio si è presentato fin dal suo debutto come uno dei mutui più convenienti in assoluto, ma nel corso del tempo ha saputo mantenere tutte queste ottime premesse? Inoltre viene pubblicizzato come uno dei mutui più “generosi” sia per le somme finanziabili che per le percentuali di finanziamento, ma si tratta di aspetti che sono veri solo in alcuni casi.

Tipologie del mutuo arancio

Il mutuo Arancio viene erogato per poter acquistare la prima o la seconda casa, per poter sostituire o surrogare (mutuo rottamazione) il mutuo già esistente, per realizzare un’operazione di rifinanziamento (ovvero sostituzione più ottenimento di nuova liquidità), o per ottenere un mutuo di liquidità.

Per ciascuna tipologia di mutuo e per ciascuna finalità ci sono delle condizioni e limitazioni ben precise. In generale l’importo minimo finanziabile è pari a 50 mila euro, mentre quello massimo è di 1 milione di euro, che si riduce a 500 mila euro nel caso del mutuo a tasso fisso, così come nel caso del mutuo di liquidità.

Per il mutuo di sostituzione l’importo minimo sale invece a 80 mila euro. La percentuale massima finanziabile è dell’80% solo nel caso di mutuo di acquisto della prima casa o in caso di sostituzione, mentre in tutti gli altri casi si scende al 70% (compresi il mutuo arancio surroga a tasso fisso e il mutuo arancio ristrutturazione). Ed anche se Ing Direct rimane tra le poche banche che eroga ancora dei mutui di liquidità, richiede comunque che a garanzia sia messo un immobile sul quale non deve esserci alcun gravame.

Tassi mutuo arancio e piani di ammortamento

La durata minima parte da 10 anni, mentre quella massima è di 30 anni, ad eccezione del mutuo a tasso fisso che si ferma a 15 anni. I tassi variabili possono essere indicizzati sia all’euribor a 3 mesi che al tasso Bce.

Ultimamente Ing Direct non applica più spread diversificati a seconda delle somme erogate, ma li mantiene costanti indipendentemente dalle somme richieste, a partire dal 2,75% previsto per il variabile su euribor (che sale al 4,30% nel caso del Bce), al 3,40% per il tasso fisso a 10 anni o 3,60% per quello a 15 anni.

E’ comunque possibile risparmiare sullo spread (od ottenere degli sconti sulla rata nel caso dei mutui a tasso fisso) utilizzando come conto di alimentazione del mutuo stesso un conto corrente Arancio (lo sconto è interessante, pari infatti a 0,30%).

Spese accessorie e costi di Mutuo Arancio

La voce di spesa che pesa di più è quella dell’istruttoria, dato che è fissata a 750 euro, mentre i costi di perizia sono nella media del mercato attestandosi intorno ai 250 euro. L’unica valida iniziativa che è stata mantenuta inalterata è quella delle spese di assicurazione per la polizza incendio e scoppio che rimangono a carico della banca.

Conclusioni

Purtroppo molti aspetti che rendevano questo mutuo molto competitivo sono scomparsi, allineando l’offerta a quella di altre banche. In ogni caso rimane uno dei mutui più competitivi e facili da gestire anche in fase di istruttoria: basta entrare nell’area cliente, sezione mutuo arancio login e seguire le indicazioni e le varie richieste (non si viene comunque lasciati a se stessi poiché c’è un referente online che seguirà costantemente la pratica)


Inserito nella categoria: Convenienza mutuo, Mutuo Banca