Opinioni mutuo di banca Credem: meglio tasso fisso o variabile?

Chiunque si sia avvicinato al mercato dei mutui ha ormai chiaro almeno un concetto, ovvero quello legato allo spread, identificandolo come la “quota” di guadagno della banca. Questo valore, che è in percentuale fissa, permette inoltre di farsi un’idea immediata su almeno questa parte di esborso anche nel caso in cui si dovesse scegliere un mutuo a tasso variabile.

La Credem si è mostrata molto attiva negli ultimi anni nel mercato dei mutui, quando la maggior parte delle banche si sono invece mosse in direzione opposta, e offre un servizio che apparentemente può sembrare utile sul suo sito: un tool con il quale è possibile fare un approssimativo calcolo della rata così da valutarne la convenienza. Tuttavia non bisogna mai trascurare ciò che conta davvero, ovvero la parte legata alle condizioni economiche.

Lo spread e gli altri costi del mutuo Credem: dove si trova la convenienza?

Da punto di vista della chiarezza, Credem non fallisce per la determinazione degli spread, dato che applica solo due tipologie: lo spread per il tasso fisso e lo spread per il tasso variabile indipendentemente dalla finalità del mutuo stesso. Però si tratta anche di spread molto elevati, dato che nel primo caso questo è pari al 5,50% e nel secondo al 5%, quando ci sono diverse banche che applicano spread pari a poco più della metà di questi valori.

Inoltre se si sceglie un mutuo credem 20 anni non si hanno sconti rispetto a un mutuo a 30 anni erogato dalla stessa banca. Sempre sul piano della convenienza bisogna anche considerare che i costi e le spese accessorie sono abbastanza salate:

  • le spese di istruttoria sono pari all’1% dell’importo erogato, con un minimo di 300 euro;
  • ci sono spese di gestione annua pari a 39 euro;
  • bisogna fare i conti con costi di incasso rid pari a 1,75 euro. A questo si aggiunge anche il fatto che non ci sono sconti sulla polizza incendio e scoppio che rimane a carico del mutuatario.

Meglio andare sui mutui promozionali: il mutuo Credem 2 10

Fa eccezione il mutuo Credem 2,1 % ovvero con spread promozionale al 2,10%, se si sceglie il tasso variabile indicizzato all’euribor, e se si accetta come piano di ammortamento un rimborso a 240 rate. In sintesi il mutuo Credem 2,10% a 20 anni ritorna a dare lustro alla pagina delle promozioni, posizionandosi nella fascia bassa di mercato.


Inserito nella categoria: Mutuo Banca