Preventivi mutuo casa sul web: il calcolo della rata è attendibile?

Prima di scegliere un mutuo bisogna considerare tantissimi aspetti, e quello legato al risparmio economico, con la scelta del mutuo più conveniente, è solo uno di questi, anche se costituisce comunque un buon punto di partenza per poter fare una scrematura nella fase iniziale di ricerca.

Come fare per ottenere un preventivo online che sia oltre tutto gratuito e personalizzato? Bisogna per prima cosa fare un distinguo tra “preventivo” vero e proprio e ‘giudizio di fattibilità’ ottenibili prima del vaglio della documentazione e dopo.

Preventivo online gratuito e personalizzabile pre-istruttoria senza documenti

In questo caso è possibile avere una indicazione di massima sfruttando diversi canali. Tra questi ci sono i comparatori online dei mutui, oppure i tools che siti indipendenti o che alcune banche mettono a disposizione.

Si tratta comunque di indicazioni che rimangono generiche, dato che solo durante la fase di istruttoria emergeranno le situazioni reali che possono portare all’applicazione di costi accessori o all’aumento dello spread, variazione della durata, ecc.

Lo stesso discorso vale per i tools che rilasciano dei giudizi di fattibilità positivi: si tratta di mere possibilità che non è detto che si traducano in vera operatività dato che mancano tantissime informazioni indispensabili come la situazione della Crif, l’esposizione debitoria, le persone a carico, ecc. Questo genere di ricerca (eseguibile online) ha valore solo per poter dare un senso e una direzione alla fase di ricerca e ricognizione tra le varie offerte.
Se si ottengono delle rassicurazioni da parte di consulenti eventualmente coinvolti in questa prima fase sulla certezza che il mutuo, con giudizio di fattibilità positivo, verrà concesso, si deve essere assolutamente diffidenti. Un giudizio positivo è sicuramente un buon punto di partenza, ma non offre alcuna garanzia e di nessun tipo (vedi anche Requisiti mutuo). Se poi dovessero essere chieste delle commissioni anticipate, frutto di queste “rassicurazioni” allora si deve dare un secco rifiuto, e poi segnalare la situazione alle autorità coinvolte e alla direzione o società per la quale lavora il consulente stesso . Purtroppo ci sono stati casi in cui lo strumento di fattibilità è stato usato per fare delle truffe.

Preventivo gratuito e personalizzabile pre-istruttoria ma con documenti

L’ottenimento di un preventivo da parte di una banca (discorso che vale sempre sia che venga fatto da Unicredit o Intesa SanPaolo che da una società che funge da mediatore) deve essere gratuito, ma bisogna accertarsi che non sia stata attivata la fase di istruttoria, perché in questo caso la banca con molta probabilità chiederà il pagamento delle spese di istruttoria stesse. Che cosa significa?
Specialmente quando si calcolano dei preventivi online, può capitare che il procedimento guidato ad un certo punto richieda di inoltrare la richiesta compilata. Quindi rimanendo convinti che quell’ulteriore passo rientri sempre nella fase di calcolo del “mutuo preventivo”, si dà l’ok per l’invio e concretamente si formalizza la fase di “richiesta” del mutuo stesso.
In generale ci si deve fermare nel momento in cui il sistema dirà se si vuole “salvare” o “stampare” il preventivo, e quindi procedere successivamente con l’invio. Il proprio consenso va dato solo per la parte relativa alla prima sollecitazione, ma assolutamente non si deve andare oltre, a meno che non si sia veramente convinti di voler procedere ulteriormente.
A volte questo disguido può capitare anche quando si procede con una banca fisica, per un malfunzionamento della comunicazione tra l’operatore della banca stessa e chi desidera solamente richiedere un preventivo.

Quindi per totale sicurezza bisogna:

  • portare solo la documentazione essenziale;
  • non dare i propri documenti e il codice fiscale (che non sono necessari per i preventivi), ma sono fondamentali per poter far avanzare la richiesta nella fase di istruttoria;
  • richiedere in modo specifico che venga fatto solo un preventivo;
  • farsi rilasciare la copia scritta del preventivo senza firmare nulla.

Esiste un numero massimo di preventivi?

Assolutamente no. Non c’è un limite al numero di preventivi che si possono avere, per cui vale la pena farsene fare diversi anche dalla stessa banca, variando la durata, il tasso e il tipo di ammortamento (se possibile). Alcune banche offrono questo servizio solo a coloro che accettano di farsi fare l’anagrafica ed anche se si tratta di una prassi, non c’è di fatto alcun obbligo se si richiedono solo informazioni. Se invece si accetta di procedere per l’anagrafica, si deve fare attenzione alle voci per cui si darà il consenso, perché spesso viene usato come strumento per poter inviare comunicazioni e sollecitazioni di tipo pubblicitario a coloro che non sono clienti.

Come riconoscere un vero preventivo?

Per non cadere nell’errore si devono avere ben chiare le seguenti caratteristiche:

  1. il fatto che sia riportata la dicitura “preventivo Mutuo” non significa che in pratica il documento lo sia. Questo deve infatti avere una forma ben definita e deve riportare tutta una serie di dati obbligatori. Inoltre un preventivo dovrebbe avere un codice (normalmente alfa numerico) che ne consente la ricerca. Quindi il consiglio è: controllare la forma e i dati riportati;
  2. per la forma si deve avere davanti un modulo prestampato, con una serie di voci di tipo standard. Infatti i preventivi devono essere confrontabili tra di loro senza alcuna complicazione. Il consiglio è leggere che siano riportate le diciture:
    • durata (espresso anche come numero di rate) del piano di ammortamento;
    • importo rata;
    • tasso di interesse Tan e Taeg;
    • importo delle varie spese accessorie (devono essere distinte e non in una sola voce);
    • capitale finanziato (che deve essere pari all’importo di mutuo che è stato richiesto);
    • monte interessi alla scadenza;
    • durata della validità delle condizioni;
    • data in cui è stato fatto;
    • firma dell’operatore che ne ha fatto il calcolo.
  3. un preventivo non deve mai essere fatto a mano. Normalmente vengono usati dei software che permettono di stampare il risultato. Raramente sono impiegati dei moduli di carta copiativa. In quest’ultimo caso deve essere riportata la dicitura della società, banca, ragione sociale, ecc;
  4. non va mai accettato un foglio bianco che riporti delle indicazioni approssimative, e nemmeno un modello prestampato compilato a mano se non è anche riportata la firma dell’operatore.
Approfondimenti
Miglior mutuo
Offerte mutui
Calcolo rata Leasing
Mutui economici
Mutuo europeo
Mutuo imprese
Ipoteca volontaria
Ipoteca legale
Come ottenere un mutuo senza garante
Mutuo casa senza anticipo
Mutuo casa senza ipoteca
Preventivo mutuo Unicredit
Preventivo mutuo Poste Italiane
Broker mutui
Scambio case
Simulazione mutuo
Calcolo interessi
Mutuo tra privati
Case mobili
Mutuisupermarket
Multiproprietà
Quotazioni immobiliari
Altroconsumo mutui
Mutui irregolari
Perizia econometrica
Case popolari
Acquistare casa da privato
Silver Cohousing
Mutuo veloce
Come cambiare banca con mutuo in corso
Mutuo senza busta paga
Mutuo rifiutato cosa fare?
Mutuo integrativo
Consulenza mutui
Truffa mutui
Leasing valore casa
Voucher mutuo
Mutuo 120 per cento
Acquisto casa da agenzia
Mutui meno cari
Prefinanziamento mutuo
Ddl concorrenza
Ecobonus condomini
Saldo e stralcio mutuo
Mutuo con rata da 500 euro
Migliori Mutui
Mutuo Alberto
Mutuo Bnl Bundle
Mutuo Bnl Spensierato
Mutuo Valore Italia
Documenti ed informazioni utili
Contratto di mutuo
Superficie calpestabile
Rivalutazione rendita catastale
Reddito dominicale
Abitabilità
Certificazione energetica
Planimetria catastale
Accatastamento
Rendita catastale
Docfa
Dichiarazione conformità
Frazionamento unità immobiliare
Autorizzazione paesaggistica
Licenza edilizia
Cila
Scia
Dia
Agibilità
Manutenzione ordinaria
Manutenzione straordinaria
Vendere Casa: guida ed approfondimenti
Homepal
Vendere casa
Vendere casa ai cinesi
Vendere casa ai russi
Guida Affitto abitazione
Case in affitto
Affitto o mutuo
HomeAway
Migliori assicurazioni
Genertel Assicurazioni
Zurich Assicurazioni
Genialloyd Assicurazione
Confronto durata mutuo
Mutuo 5 anni
Mutuo 15 anni
Mutuo 20 anni
Mutuo 25 anni
Mutuo 30 anni
Mutuo 35 anni
Mutuo 40 anni
Guida importo mutuo
Mutuo 30000 euro
Mutuo 50000
Mutuo 75000
Mutuo 100000 euro
Mutuo 120 mila euro
Mutuo 150000
Mutuo 200 mila euro

Inserito nella categoria: Confronto mutui, Costo mutuo